Che cosa è la blefaroplastica?

Se credete nell’amore a prima vista, allora sapete bene che spesso la sublimazione della bellezza di una persona sta proprio nello sguardo. Eppure, nonostante l’importanza di uno sguardo luminoso e profondo, di frequente – causa stress e abitudini sbagliate, fumo ed un’eccessiva esposizione al sole – lo sguardo di una persona può perdere brillantezza e apparire invecchiato fin dalla giovane età anagrafica. Come rimediare a questo inestetismo?

Una risposta è facilmente proponibile grazie alla blefaroplastica, una tecnica che permette di correggere alcuni difetti del proprio viso (come la palpebracadente”) consentendo ai propri occhi di avere uno sguardo fresco e riposato.

Tuttavia, come sempre, prima di ricorrere a questo trattamento è necessario compiere accurate analisi pre-operazione, al fine di comprendere se la blefaroplastica sia veramente al proprio caso, e in che stato di salute si trovano i tessuti e la pelle del contorno occhi.

In linea di massima, però, si può affermare che se lo sguardo appare sempre triste e stanco e le sopracciglia sono troppo vicine all’apertura dell’occhio, significa che la palpebra superiore ha ceduto in maniera più o meno consistente, creando margini di intervento di blefaroplastica.

L’intervento viene realizzato in anestesia locale ed effettuata ambulatorialmente in un regime da day hospital. Tecnicamente, la prima fase è relativa all’applicazione di un disegno preoperatorio che serve a ridisegnare un’espressione più sollevata, e a tracciare le parti in eccesso da eliminare. Durante l’intervento viene praticata un’incisione a livello del solco palpebrale, dove poter appoggiare la cute in eccesso, da rimuovere. Ai lati del naso, ai livelli della palpebra superiore, sono presenti delle ernie adipose che sono dovute al rilassamento delle strutture di contenimento del grasso retro-oculare e che vengono rimosse prima di terminare la blefaroplastica.

Anche le borse sotto gli occhi possono inoltre essere rimosse con la blefaroplastica per via congiuntivale, che non necessita di incisioni esterne, e pertanto non provoca alcun punto di sutura.

In ogni caso, dopo l’intervento è necessaria una degenza con completo riporso per qualche giorno, poichè la visione oculare potrebbe risultare sfuocata. Nelle settimane successive è consigliabile utilizzare occhiali da sole per proteggersi da sole e vento.